(Dracma Records / Venus)Mjur - Mjur

Copertina Parecchio affascinante la proposta dei Mjur, secondo gruppo (assieme ai Malibu Stacey) su cui si basano le speranze di rilancio discografico in “grande stile” dell’esperta etichetta torinese Dracma Records.
I Mad Jester Until Rave, nati nel 2005 con l’obiettivo di comporre e rappresentare una musica che riesca ad amalgamare la malinconia e la follia degli spettacoli circensi, con particolare attenzione alla figura del giullare, identificato come l’emblema di questa contrapposizione di stati d’animo, si presentano, nonostante la limitata esperienza, come una band sicura, matura e decisa a mostrare tutto il suo notevole valore e la sua sostanziosa creatività.
Si tratta di un volubile rock alternativo dal forte impatto emotivo, che pur facendo largo uso dell’elettronica (fino ad arrivare, talvolta, a lambire la techno!), mantiene intatta una certa tensione “elettrica”, che non dovrebbe far “inorridire” nemmeno chi normalmente non frequenta tali territori sonori.
Una significativa attenzione alle melodie di facile “assimilazione” e pregevoli abbinamenti ritmici, poi, potrebbero consentire un meritato consenso anche nei settori maggiormente “mainstream” del music business, ma tutto avviene in maniera naturale, senza la benché minima forzatura e la ricerca spasmodica del numero ad “effetto”.
A completare un quadro così gradevole e anzi ad offrire un contributo assolutamente imprescindibile alle sue congrue facoltà attrattive, arriva la splendida voce di Emma, espressiva, carismatica, dinamica, sempre a suo agio in ogni situazione interpretativa e linguistica (i nostri usano con uguale efficacia e credibilità sia l’italiano, sia l’inglese), veramente una gran voce dal luminoso (quantomeno è un augurio!) futuro artistico.
Il disco non conosce vere e proprie flessioni (forse solo lo strumentale “Beyond silence” e la frenetica “More” risultano un po’ “indigeste” al mio gusto estetico) e colpisce immediatamente e pure in modo reiterato, con un misurato melange di pathos, temperamento, forza e istantaneità.
Ottime anche la produzione e la registrazione di un lavoro che si distingue per idee ed interpretazione e merita, in conclusione, vivi e sinceri complimenti.

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Alternative / Djent
Anno di uscita: 2008
Durata: 42 min.
Tracklist:

  1. TROPPO NORMALE
  2. GIOIA E ODIO
  3. MAYBE
  4. LIBERA
  5. FRAMMENTI DI LOGICA
  6. BEYOND SILENCE
  7. INCHIOSTRO TRASPARENTE
  8. MORE
  9. AIR
  10. JESTER'S WEEPIN'

Line up:

  • Emma: vocals
  • DJ Cordella: noiselab
  • Simone Melissano: bass
  • Antonio Tunno: guitars

Voto medio utenti: Nessun voto

7
Recensione a cura di
Marco Aimasso
In vendita su EMP
Copertina
24.99 € / CD (nero)
Copertina
29.95 € / Copertina rigida (Copertina Rigida)
Copertina
14.99 € / LP (Riedizione)
Copertina
17.99 € / CD (DigiBook, Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Seether
Fragile (Saron Gas)
(2000)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Deasonika
Il Giorno Della Mia Sana Follia
(Volume / 2004)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Velvetcut
Electric Tree
(Secret Entertainment / 2013)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Aracnofobia
Epidemie
(Videoradio / 2003)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metalhammer.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Google+ Google+ Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading