Chuck Schuldiner – An Angel Called Chuck

Il 12/12/2005, di .

Chuck Schuldiner – An Angel Called Chuck

13‭ ‬dicembre‭ ‬2003:‭ ‬sono ormai passati due anni da quando Chuck Schuldiner ci ha lasciati,‭ ‬due anni nei quali la sua mancanza si è fatta sentire ed il vuoto lasciato nei nostri cuori è parso a tratti realmente incolmabile.‭ ‬Per rendere tributo ad una della icone del metal moderno,‭ ‬ma soprattutto ad un ragazzo realmente speciale,‭ ‬Metal Hammer ha deciso di dedicargli questo speciale,‭ ‬cercando di capire nelle parole della madre Jane Schuldiner‭ ‬chi fosse realmente‭ “‬L‭’‬uomo‭”‬ Chuck.‭ ‬Una toccante intervista in esclusiva‭…‬

Capita sovente,‭ ‬nello scorrere della vita di tutti i giorni,‭ ‬di fermarsi un istante a riflettere ed avvertire un desolante senso di vuoto.‭ ‬Nulla di tangibile,‭ ‬nulla di concreto,‭ ‬solamente una sensazione che nasce nel profondo di noi stessi‭ ‬e sfocia in un senso di malinconia,‭ ‬tristezza per la perdita di qualcosa o qualcuno di caro,‭ ‬qualcuno che aveva significato molto per noi,‭ ‬la cui assenza oggi pesa come un macigno sulle nostre vite.‭ ‬Negli ultimi due anni,‭ ‬sovente,‭ ‬è venuto spontaneo associare a questo incolmabile vuoto il volto,‭ ‬lo spirito,‭ ‬la musica di Chuck Schuldiner.‭ ‬Una figura rara nel mondo della musica,‭ ‬un ragazzo‭ ‬come tanti che,‭ ‬come pochi,‭ ‬ha però saputo scrivere pagine fondamentali per il metal,‭ ‬contagioso con il suo entusiasmo ed il suo smisurato amore per la musica,‭ ‬un‭ “‬heavy metal kidz‭”‬ che ha saputo inconsciamente diventare un idolo senza mutare però il suo spirito,‭ ‬ed è soprattutto per questo che molti,‭ ‬oggi,‭ ‬piangono ancora la scomparsa di un fratello.‭ ‬Era il‭ ‬13‭ ‬dicembre del‭ ‬2001,‭ ‬infatti,‭ ‬quando Chuck,‭ ‬in punta di piedi,‭ ‬ha svestito i panni del‭ “‬semplice musicista‭”‬ ed è andato a vestire quelli della leggenda.‭ ‬Oggi,‭ ‬a due anni da quel triste giorno,‭ ‬Metal Hammer ha voluto rendere omaggio a questo splendido personaggio,‭ ‬lasciando perdere per un istante il discorso musicale,‭ ‬i Death,‭ ‬i Control Denied ed un sound che,‭ ‬purtroppo,‭ ‬non tornerà più,‭ ‬per portandovi a‭ ‬conoscere‭ ”‬L‭’‬uomo‭”‬ Chuck Schuldiner,‭ ‬un ragazzo con i suoi sogni e le sue paure,‭ ‬i suoi amori e le sue passioni.‭ ‬Proprio come ognuno di noi.‭ ‬E chi,‭ ‬meglio della persona che lo ha messo al mondo,‭ ‬può descriverci chi realmente era Chuck‭? ‬Jane Schuldiner è una donna provata dalla vita,‭ ‬che ti rapisce per il suo coraggio e la sua dolcezza‭; ‬una persona tanto straordinaria al punto che viene facile specchiarsi nelle sue parole e trovarci dentro quel ragazzo‭ ‬che ci emozionava con la sua chitarra.‭ ‬ Esperienze passate hanno portato questa madre a declinare spesso e volentieri i microfoni dei giornalisti,‭ ‬ecco perché l‭’‬intervista che segue assume un valore ancora maggiore.‭ ‬‭“‬Sono stata criticata in passato per essere stata troppo disponibile e aver parlato troppo di Chuck‭ ‬– ha scritto una volta,‭ ‬in uno dei nostri frequenti scambi di e-mail‭ ‬– Ma è difficile non esserlo‭; ‬egli era la persona più interessante che io abbia mai conosciuto,‭ ‬ed era anche un magnifico amico sempre presente per sua sorella,‭ ‬suo nipote e per me.‭ ‬Come ha detto sua sorella,‭ ‬il cielo è meno blu senza di lui ed io sento che il mondo senza Chuck è molto duro da affrontare ogni giorno‭”‬.‭ ‬Una profondità che tocca e commuove,‭ ‬figlia di una dignità incrollabile e di un amore immenso per quel ragazzo strappatole troppo presto,‭ ‬che ritorna anche nelle risposte che seguono.

A GUY CALLED CHUCK

Jane,‭ ‬anche se è molto difficile,‭ ‬puoi dirci chi era‭ “‬realmente‭”‬ Chuck Schuldiner‭? ‬
“Chuck era un musicista dall‭’‬enorme talento ed un artista al quale era stata data in dote la capacità di scrivere ottime canzoni‭; ‬ma era soprattutto uno splendido ragazzo,‭ ‬sempre pronto ad anteporre la sua famiglia ai suoi numerosissimi amici.‭ ‬Era una persona onesta e sincera,‭ ‬quelle stesse doti che a sua volta si aspettava da noi‭”‬.‭
Com’è‭ ‬stata l‭’‬infanzia di Chuck‭?‬
“E‭’‬ sempre stato un bambino socievole e sorridente con tutti,‭ ‬una condizione che si è portato dietro anche durante la sua adolescenza.‭ ‬Divenuto uomo,‭ ‬poi,‭ ‬non ha mai negato il suo aiuto e la sua amicizia a nessuno,‭ ‬però,‭ ‬soprattutto negli ultimi anni,‭ ‬aveva imparato ad essere estremamente selettivo nei confronti delle persone alle quali accordare la sua fiducia‭”‬.‭
Che tipo di studente era‭? ‬Che rapporti aveva con gli altri ragazzi‭?‬
“Chuck era un ottimo studente,‭ ‬non ha mai avuto problemi a scuola.‭ ‬Anche allora era un leader‭; ‬era molto popolare tra i suoi coetanei,‭ ‬conservava ancora bei ricordi del periodo scolastico e molti ragazzi erano rimasti suoi amici anche finiti gli studi.‭ ‬Con quei ragazzi si era venuta a creare una dimensione accostabile ad una grande famiglia estesa,‭ ‬tanto che ancora oggi molti di essi sono rimasti in contatto con me‭”‬.
Si dice che Chuck avesse iniziato a suonare la chitarra come terapia per un terribile trauma infantile‭…‬
“E‭’‬ vero.‭ ‬Chuck ha perso in un incidente un fratello di‭ ‬16‭ ‬anni e questa cosa lo aveva segnato profondamente.‭ ‬Proprio per farlo uscire da questo tunnel buio gli abbiamo regalato una chitarra,‭ ‬e questo gli è stato di grandissimo aiuto‭”‬.
Ti ricordi ancora il giorno in cui scoccò la scintilla della musica in Chuck‭? ‬Dovrebbe essere stato ad un concerto dei Kiss‭…‬
“Sì,‭ ‬Chuck è stato letteralmente rapito dalla musica dei Kiss tanto che,‭ ‬da quel giorno,‭ ‬non si è più perso un loro concerto.‭ ‬Senza dubbio,‭ ‬tra le band che hanno avuto un grande ascendente sulla sua carriera artistica,‭ ‬i Kiss hanno rivestito il ruolo di leader.‭ ‬Ma la cosa più importante,‭ ‬un grande motivo di orgoglio per lui,‭ ‬è stato quando finalmente è riuscito ad incontrarli,‭ ‬scoprendo che loro sapevano esattamente chi fosse Chuck‭! ‬Quella volta trascorse molto tempo con loro parlando di musica‭; ‬conoscendolo,‭ ‬fu un momento per lui molto intenso‭”‬.
Ricordi ancora il suo primo concerto‭?‬
“Certamente.‭ ‬E‭’‬stato al tempo della high school.‭ ‬Si era esibito in un parco cittadino assieme ai suoi amici con i quali suonava a quel tempo.‭ ‬Avevo atteso con impazienza quel giorno ed ero molto orgogliosa ed eccitata per quel piccolo traguardo raggiunto.‭ ‬E‭’‬ stata l‭’‬unica occasione in cui ho avuto il privilegio di vederlo suonare in quel modo.‭ ‬Ho trovato una foto di quel concerto recentemente,‭ ‬e sto pensando seriamente di condividere quell‭’‬emozione con tutti i suoi fans,‭ ‬donandola al sito emptywords‭”‬.
Com‭’‬era Chuck nella vita di tutti i giorni‭?
“La giornata tipo di Chuck era abbastanza normale.‭ ‬Era un ragazzo che aveva moltissimi interessi ed era sempre molto occupato.‭ ‬Quando aveva un po‭’‬ di tempo libero,‭ ‬invece,‭ ‬amava molto giocare con i suoi cuccioli,‭ ‬andare in spiaggia,‭ ‬andare a caccia di antichità,‭ ‬cucinare alla griglia e cucinare ottimi piatti a casa sua per poi invitare i suoi famigliari o i suoi amici a gustarli,‭ ‬andare al cinema o a spasso per il viale per andarsi a prendere un caffè da Barney‭’‬s.‭ ‬Mi reputavo una madre fortunata,‭ ‬perché spesso Chuck mi invitava a condividere con lui le sue giornate‭”‬.‭
Qual‭’‬era la filosofia che lo guidava nel corso della sua esistenza‭?
‬“Ti dico solo una cosa che ho osservato quando Chuck è diventato l‭’‬uomo che era.
Ha coscienziosamente fatto del suo meglio per correggersi quando poteva,‭ ‬ha cercato di vivere e di trattare le persone con le quali veniva in contatto nello stesso modo in cui voleva essere trattato.‭ ‬E dalla grande quantità di posta che ho ricevuto fino ad oggi in merito alle gentilezze che faceva alle persone di tutto il mondo,‭ ‬capisco ciò che lo ha reso diverso.‭ ‬Se leggi attentamente le sue canzoni,‭ ‬ci trovi la sua filosofia di vita‭”‬.‭
Nel corso della sua lunga carriera artistica si è trovato più volte a dover fronteggiare situazioni difficili,‭ ‬cambi di line-up,‭ ‬cambi di label‭…‬ con che spirito affrontava le avversità‭? ‬Con rassegnazione o con animo battagliero‭?
“Ogni volta che Chuck si trovava a dover prendere decisioni tristi,‭ ‬dolorose,‭ ‬era sempre un dramma per lui,‭ ‬però dentro di sé sentiva che si trovava a dover compiere un gesto necessario.‭ ‬Si trattava sempre di decisioni professionali e Chuck ha sempre fatto ciò che pensava fosse giusto per la band,‭ ‬senza preoccuparsi di quanto fosse difficile agire in quel modo‭…‬e ovviamente,‭ ‬alla fine,‭ ‬il tempo ha dimostrato che ha sempre agito nel migliore dei modi,‭ ‬per il gruppo e per il suo successo‭”‬.‭
L‭’‬impressione generale è che Chuck fosse un ragazzo estremamente sensibile e profondo‭…
“E‭’‬ così,‭ ‬assolutamente‭!”
Pensi che Chuck fosse il figlio che ogni madre vorrebbe avere‭?
“Sì,‭ ‬in ogni senso,‭ ‬senza il minimo dubbio‭!”‬.
C’è stato qualcosa che è stato detto o scritto in questi anni su Chuck,‭ ‬che ti ha reso orgogliosa di essere sua madre‭?
“Certo‭! ‬E‭’‬stato quando le persone che hanno incontrato Chuck nel corso della loro vita ed hanno voluto condividere con me‭ ‬le loro emozioni,‭ ‬mi hanno scritto dicendomi quanto Chuck è stato importante per loro,‭ ‬quanto lo hanno amato e che non lo dimenticheranno mai.‭ ‬Questo è il risultato di quello che Chuck ha ottenuto nel corso della sua esistenza,‭ ‬ed è una cosa che mi inorgoglisce.‭ ‬Se,‭ ‬fino a questo punto,‭ ‬posso sembrarti incapace di trovare un che di negativo in Chuck,‭ ‬è perché,‭ ‬credimi,‭ ‬io,‭ ‬noi,‭ ‬la sua famiglia,‭ ‬non siamo riusciti a trovare nulla di sbagliato in ciò che ha fatto nella sua vita‭”‬.‭

A LIFE IN MUSIC

Ti ricordi il giorno in cui Chuck ha capito che la musica sarebbe stata la sua vera ragione di vita‭?‬
“Aveva‭ ‬10‭ ‬anni quando ha iniziato a nutrire interesse per la musica,‭ ‬ma quello,‭ ‬in un certo senso,‭ ‬è stato anche l‭’‬inizio della sua carriera,‭ ‬perché ha capito che la musica sarebbe stata per lui qualcosa di più di un semplice passatempo.‭ ‬Era stato immediatamente rapito da questo mondo,‭ ‬il suo coinvolgimento è cresciuto all‭’‬istante per non fermarsi più.‭ ‬Quando era poco più che un teenager non faceva altro che registrare demo e leggere tutte le riviste musicali che riusciva a reperire.‭ ‬Viveva la musica.‭ ‬Ho conservato ancora oggi quelle riviste,‭ ‬e le ho messe da parte per poterle donare un giorno ai suoi nipoti.‭ ‬Il giorno in cui si innamorò della musica fu veramente meraviglioso,‭ ‬perché era profondamente legato a suo fratello,‭ ‬e la musica lo aiutò a riempire quello spazio rimasto vuoto nella sua vita‭”‬.‭
E come vi siete comportati,‭ ‬voi genitori,‭ ‬nel momento in cui vi disse che il suo futuro sarebbe stato nella musica‭?‬
“Io e‭ ‬suo padre lo abbiamo supportato sempre al‭ ‬100%,‭ ‬cercando di aiutarlo con tutti i mezzi a nostra disposizione‭”‬.‭
Non ti è mai capitato di sperare,‭ ‬per tuo figlio,‭ ‬un lavoro‭ “‬regolare‭”‬?
“Mai.‭ ‬Chuck,‭ ‬comunque,‭ ‬per un breve periodo di tempo ha avuto anche un lavoro regolare,‭ ‬ma ha dovuto abbandonarlo perché,‭ ‬tra scuola e musica,‭ ‬era occupatissimo.‭ ‬Riguardo a noi,‭ ‬l‭’‬unico suggerimento rivoltogli è stato di concentrarsi con tutto se stesso su queste due cose‭”‬.
Come hai accolto,‭ ‬da madre,‭ ‬una proposta musicale così ostica ed estrema come quella dei Death‭?‬
“La musica di Chuck inizialmente non era il‭ ‬metal che tutti hanno conosciuto in seguito,‭ ‬però si è rapidamente evoluta in esso.‭ ‬Non ho comunque mai visto nulla di sbagliato nel metal,‭ ‬né allora,‭ ‬né oggi.‭ ‬Anzi,‭ ‬ho sempre apprezzato il fatto che il metal ha sempre indirizzato la sua vita in un senso positivo ed ha rappresentato per lui una certa forma di socializzazione‭”‬.
Il primo risultato concreto della carriera di Chuck è stato l‭’‬incisione del suo primo disco.‭ ‬Che cosa hai provato quando lo hai avuto tra le mani e lo hai ascoltato per la prima volta‭?‬
“Sono stata così orgogliosa‭! ‬Mi ricordo che,‭ ‬per l‭’‬occasione,‭ ‬io e suo padre gli abbiamo fatto trovare una torta decorata come un disco e con il numero uno disegnato‭ ‬sopra.‭ ‬Il risultato era un po‭’‬ grezzo,‭ ‬però Chuck è stato estremamente indulgente con noi ed ha apprezzato molto il nostro entusiasmo e ciò che avevamo voluto fare per celebrare quel suo importante risultato‭”‬.
La musica di Chuck contiene in sé massicce dosi di rabbia.‭ ‬Era solito comporre quando era arrabbiato‭?‬
“Sì,‭ ‬qualche volta.‭ ‬Ma suonava anche quando era felice,‭ ‬giusto per il puro divertimento.‭ ‬Aveva realizzato il sogno di avere uno studio tutto per sé,‭ ‬e ci trascorreva tantissimo tempo dentro,‭ ‬spesso anche tutta la notte,‭ ‬suonando e componendo.‭ ‬Era orgoglioso di poter aiutare i ragazzi più giovani che iniziavano a muovere i primi passi nel mondo della musica,‭ ‬ospitandoli nella sua saletta…‭”
Ora la memoria di Chuck rimarrà impressa per sempre nelle menti e nei cuori di tutti gli amanti del metal‭…‬
“Ho avuto modo di imparare in questi anni,‭ ‬quanto gli amanti del metal fossero devoti alla sua musica‭; ‬ragazzi pronti a stargli vicino e a supportarlo nei momenti di bisogno.‭ ‬Ho incontrato persone meravigliose,‭ ‬indimenticabili.‭ ‬Chuck stesso ripeteva spesso che,‭ ‬il mondo del metal,‭ ‬è come una grande famiglia,‭ ‬e negli ultimi anni ho avuto modo di constatare di persona come fosse vera questa cosa.‭ ‬L‭’‬amore dei metal fans di tutto il mondo per Chuck è enorme,‭ ‬molti di loro mi scrivono ancora oggi dicendomi quanto questa musica sia importante per loro e come vogliano far sì che anche i loro figli seguano questa strada‭”‬.‭

THE MEANING OF SUCCESS

Che significato dava Chuck alla parola‭ “‬successo‭”‬?
“Successo per Chuck non‭ ‬era qualcosa legato ai soldi.‭ ‬Certo,‭ ‬desiderava poter vivere in maniera dignitosa con la musica,‭ ‬ma la sua idea reale di successo era quella che,‭ ‬alla fine,‭ ‬aveva raggiunto:‭ ‬vedere i suoi sforzi ripagati da quelle persone che hanno reso possibile tutto questo,‭ ‬i suoi fans.‭ ‬Veramente.‭ ‬Chuck era solito dire che se avesse potuto suonare ed esibirsi solo per loro,‭ ‬saltando tutte quelle persone che stavano tra lui ed il suo pubblico,‭ ‬sarebbe stato la persona più felice di questo mondo‭”‬.‭
Ma si rendeva conto di essere un esempio,‭ ‬un punto di riferimento,‭ ‬non solo per gli altri gruppi ma anche per molti fans che si rispecchiavano in ciò che cantava‭?‬
“Questo è stato sempre un grande riconoscimento per Chuck.‭ ‬Era sempre orgoglioso quando molte band e fans gli scrivevano dicendogli che era un esempio per tutti loro.‭ ‬E ancora di più lo era quando qualcuno gli scriveva che i messaggi contenuti nelle sue canzoni erano stati d‭’‬aiuto in alcuni momenti difficili.‭ ‬E spesso sono stati d‭’‬aiuto anche a me.‭ ‬Ricordo alcune canzoni che mi avevano toccato profondamente.‭ ‬L‭’‬essenza di una di esse era‭ “‬rivers of sorrow,‭ ‬oceans deep with hope‭”‬.‭ ‬Era questa la vita di Chuck nel mondo della musica ed il suo modo di affrontare quelle tragedie personali che hanno segnato la sua esistenza.‭ ‬Fortunatamente le sue attenzioni sono sempre state rivolte più verso gli oceani di speranza‭”‬.‭
Lo hai mai sentito pronunciare le parole‭ “‬Adesso sono realmente arrivato‭”‬?
“No,‭ ‬non gliele ho mai sentite pronunciare‭”

FACING THE DISEASE

Come avete reagito alla‭ ‬notizia del terribile male che lo aveva colpito‭?‬
‬“Troppe emozioni,‭ ‬troppi pensieri hanno popolato la mia mente:‭ ‬rifiuto della realtà,‭ ‬fatalità,‭ ‬dolore,‭ ‬paura‭…‬Credo che anche Chuck abbia provato le stesse emozioni,‭ ‬ma non lo ha fatto mai vedere,‭ ‬né a noi famigliari,‭ ‬né alle persone che gli sono state vicine in quei momenti.‭ ‬I suoi pensieri erano rivolti a ciò che noi avremmo potuto provare,‭ ‬e anche se era molto difficile per lui,‭ ‬me ne rendo conto,‭ ‬ha cercato in ogni modo di darmi la forza per controllare le mie emozioni per potermi unire a lui nella lotta contro questo male.‭ ‬Un oceano di speranza è stato ciò che tutti noi abbiamo posto alla base della sua guarigione‭”
Chuck,‭ ‬quindi,‭ ‬anche in quei momenti,‭ ‬è riuscito a tirare fuori il suo coraggio e la sua innata forza per fronteggiare l‭’‬infausta realtà‭…‬
‬“Sì,‭ ‬assolutamente.‭ ‬Tutti i dottori,‭ ‬le infermiere e quelle persone che sono entrate in contatto con lui in quei terribili momenti,‭ ‬si sono profondamente stupite della sua forza d‭’‬animo.‭ ‬Si era fatto molti nuovi ammiratori in quel periodo,‭ ‬in un modo molto differente dal solito.‭ ‬Molte persone hanno iniziato ad amarlo proprio per il suo coraggio.‭ ‬C’è stato moltissimo dolore,‭ ‬moltissime lacrime il giorno in cui Chuck ha perso la sua battaglia.‭ ‬Siamo ancora in contatto con la comunità medica che lo ha avuto in cura,‭ ‬e tutti loro lo ricordano con grande affetto‭”‬.‭
Quando succedono tragedie simili,‭ ‬generalmente una madre si chiede‭ “‬perché a me‭?”‬,‭ “‬Perché a mio figlio‭?”‬.‭ ‬Sei riuscita a dare una risposta a queste domande‭?‬
“No,‭ ‬non sono riuscita a darla allora,‭ ‬non sono riuscita oggi e penso che mai troverò una risposta a questi perché‭”‬.‭
Ti sei rassegnata alla perdita di Chuck‭?‬
“No‭”‬
Alla luce delle tragedie che ti hanno colpita,‭ ‬ti reputi una madre coraggio‭?‬
“No,‭ ‬io quello che faccio lo faccio per Chuck,‭ ‬ma questo non ha nulla a che vedere con il coraggio‭”‬.
Non c’è nulla o nessuno che ti ha aiutato a superare questo incredibile dolore‭?‬
“No,‭ ‬non c’è nulla al mondo che possa far superare ad una madre il dolore della perdita di un figlio‭”‬.‭
Non pensi,‭ ‬nella tragedia che ti accomuna a quelle madri che hanno perso i loro figli,‭ ‬di essere più fortunata,‭ ‬visto che Chuck continua a vivere nella sua voce,‭ ‬nella sua musica,‭ ‬nei suoi video e nel cuore dei fans che mantengono vivo il suo ricordo‭?‬
“Assolutamente sì,‭ ‬e sono grata per tutto questo.‭ ‬E‭’‬ stato di grande conforto per me potermi attaccare all‭’‬arte di Chuck per sentirlo più vicino.‭ ‬L‭’‬importanza di queste cose,‭ ‬in determinati momenti,‭ ‬è stata fondamentale‭”‬.‭
Grazie Jane,‭ ‬per aver voluto dividere con noi questi splendidi ricordi‭…‬
“Grazie a voi.‭ ‬La sorella di Chuck,‭ ‬un giorno mi ha chiesto:‭ ‬‘Ci mancherebbe così tanto Chuck se non fosse stato la persona che era‭?‬’ Io posso soltanto dire che non è possibile che ci manchi più di così‭!”‬.

Un sentito ringraziamento a Jane Schuldiner,‭ ‬Yvonne,‭ ‬Vincenzo e tutto lo staff di‭ ‬www.emptywords.org

IL PENSIERO DI STEVE DI GIORGIO

Anche Steve Di Giorgio,‭ ‬bassista dei Testament ma principalmente grande amico di Chuck Schuldiner nonché suo compagno al tempo di‭ ‬‘Human‭’‬ ha voluto ricordare così il‭ ‬“fratello‭”‬ prematuramente scomparso.‭
“Sono felice di poter rendere tributo in questo momento a Chuck,‭ ‬ma trovare le parole per ricordarlo è veramente difficile.‭ ‬Mi viene in mente ciò che scrissi pochi giorni dopo la sua scomparsa,‭ ‬parole che rimangono ancora vive in me.‭ ‬Tutti noi abbiamo perso un‭’‬icona del metal,‭ ‬ma cosa più importante,‭ ‬io ho perso un ottimo amico.‭ ‬Era nato il mio stesso anno e avevamo molte cose in comune.‭ ‬Con lui riuscivo ad ottenere il meglio dal mio strumento,‭ ‬perché lui era sempre lì,‭ ‬a spingermi a dare di più,‭ ‬a pensare oltre,‭ ‬a muovermi verso qualcosa di assolutamente innovativo.‭ ‬Ho perso la mia personale ispirazione attraverso il mio percorso artistico‭; ‬mi mancherà per sempre.‭ ‬Chuck era un ragazzo splendido,‭ ‬innamorato di quella famiglia che voleva sempre accanto a sé,‭ ‬di sua madre,‭ ‬suo padre,‭ ‬sua sorella e suo nipote.‭ ‬Amava gli animali e i suoi cuccioli facevano parte anch‭’‬essi della sua famiglia.‭ ‬Amava la vita all‭’‬aria aperta,‭ ‬il barbeque,‭ ‬la spiaggia,‭ ‬le escursioni e le gite in canoa‭…‬almeno quando non era occupato a suonare.‭ ‬E poi la musica,‭ ‬il suo grande amore,‭ ‬tanto grande da farlo diventare la sua vita,‭ ‬la nostra vita.‭ ‬Bisogna essere fieri in eterno di ciò che Chuck ha fatto‭; ‬il suo cuore batterà per sempre in noi ogni volta che ascoltiamo le sue canzoni,‭ ‬perché in esse era solito riporre tutto se stesso.‭ ‬Mi manchi Metal Brother,‭ ‬mi manchi più di quanto le parole possano descrivere».

Leggi di più su: Chuck Schuldiner.